Tende la mano ai suoi detrattori Chiara Appendino. La sindaca infatti si è detta pronta all’incontro e al confronto con chi sabato 10 novembre sarà in piazza Castello per protestare contro di lei e la sua amministrazione. Schiena dritta, a margine del Millenials Ambassadors Forum, Appendino non si fa scalfire dalle critiche e afferma: «Non mi sento assolutamente isolata, sto lavorando per il bene della città, come penso anche le persone che andranno in piazza sabato. Credo che da ogni momento di tensione si possa creare una nuova forma di rapporto».

Le prima cittadina ha anche lanciato un invito al dialogo con le organizzatrici della protesta e creatrici dell’Onda: «Ho letto che l’intenzione è costruttiva; se verrà proposto un manifesto, come sembra, sono pronta ad accoglierlo con interesse e a confrontarmi». D’altronde per Appendino alcuni dei temi al centro della protesta sono ben nella sua agenda di governo: «Innovazione e industria 4.0 sono temi su cui stiamo lavorando anche noi. Quindi la mia porta è sempre aperta e se, come sembra, al di là delle appartenenze politiche c’è interesse a sviluppare alcuni temi che sono prioritari per la città noi siamo ben contenti di poterlo fare anche con persone che in questo momento legittimamente stanno protestando».