Quanto l’arte fa rima con riqualificazione. L’esempio arriva dalla Circoscrizione 7, che per il rilancio del quartiere Aurora, dove il problemi sia sociali che strutturali non mancano, ha pensato a “AURORart”.

Si tratta di un itinerario di installazioni e opere d’arte che si snoda nelle strade del quartiere.

Per visitare i 23 punti di “AURORart” la Circoscrizione 7 mette a disposizione una mappa interattiva che si può o scaricare via web (clicca qui) o ritirare all’Informa 7 di corso Vercelli 15.

«Aurora è un quartiere popolare ricco di storia – spiegano Luca Deri, presidente della Circoscrizione 7 e Pino La Mendola presidente Commissione Quartiere – Il borgo è punteggiato di opere d’arte che compongono un puzzle colorato e godibile da chiunque desideri dedicare qualche ora a un itinerario tra palazzi storici e architettura moderna, giardini e sponde della Dora Riparia, cortile e muri insospettabili. Segni e forme appartengono a differenti periodi e filoni, sono spesso stati commissionati da enti pubblici e privati ad artisti noti a livello internazionale come pure a giovani esponenti della creatività murale diffusa che caratterizza le metropoli del terzo millennio».

Michelangelo Pistoletto, Luigi Nervo, Luigi Stoisa, Mauro Chessa, Luisa Valentini, Paolo Grassino e Arnaldo Pomodoro sono alcuni degli artisti le cui opere, collocate in un arco di tempo che spazia dal 1994 al 2017, fanno parte dell’intinerario.

«A questi importanti artisti nell’ultimo anno se ne sono aggiunti altri supervisionati da Rosy Togaci all’interno del progetto dell”EdicolArte” in corso Vercelli, mentre su via Cuneo si è concluso il progetto di “Arte in Stabile” dell’artista Alessandro Bulgini», concludono Deri e La Mendola.