Andrea Doi

Direttore

Giornalista dal 1997. Ha iniziato nel '93 al quotidiano La Nuova Sardegna, Gruppo Espresso. Nel '98 lavora per Il Manifesto e per Torino Sera fino al 2000. Tra le sue collaborazioni: Luna Nuova, Il Risveglio del Canavese, Il Venerdì di Repubblica, Avvenimenti e Left. Dal 2008 al 2010 al quotidiano La Stampa. Nel 2007 fa il suo ingresso a Nuova Società, di cui è il direttore dal 2017. Ha un blog che trascura sull'Huffington Post. Ha scelto il Milan come sua unica religione. E vorrebbe il mare a Torino.
Un candidato consigliere comunale di Leinì scrisse di Emma Bonino: “Ti fai in… dai negri per un permesso di soggiorno”

Il nome di Roberto Camellino a molti potrebbe non dire nulla. Si tratta del candidato al consiglio comunale di Leinì nella lista civica “Leinì bene comune” che sostiene il candidato sindaco Renato Pittalis. Una lista apartitica, composta per lo più da commercianti e imprenditori. Pittalis domenica correrà contro la sindaca uscente Gabriella Leone, sostenuta da […]

/ di Andrea Doi
Piemonte, voto disgiunto. Versaci (M5s):”È impensabile votare Chiamparino”

Si parla sempre di più di voto disgiunto per le prossime regionali in Piemonte. Sempre più voci raccontano della possibilità da parte dei Cinque Stelle di votare, per evitare un rafforzamento della Lega e del centrodestra, addirittura Sergio Chiamparino, il candidato governatore del Partito Democratico e del centrosinistra. Stefano Lo Russo, capogruppo del Partito Democratico […]

/ di Andrea Doi
Strisce blu al Campus Einaudi, chi si presenta in Commissione non ha il titolo per parlare e salta il confronto

Bagarre oggi in commissione congiunta Bilancio e Trasporti, presieduta da Roberto Malanca. All’ordine del giorno la petizione per chiedere che vengano ridotte le tariffe delle strisce blu nei parcheggi attorno al Campus universitario Luigi Einaudi. A presentarsi davanti ai consiglieri tre giovani. Sorpresa: nessuno dei tre aveva la facoltà di discutere l’argomento visto che secondo […]

/ di Andrea Doi
E’ ufficiale: Altaforte fuori dal Salone del Libro

La casa editrice Altaforte ha ricevuto una nota a firma del presidente del Salone del Libro Silvio Viale in cui si ufficializza la sua esclusione dalla kermesse che si aprirà domani al Lingotto. La casa editrice di Francesco Polacchi infatti dopo che la sindaca della Città di Torino Chiara Appendino e il governatore del Piemonte Sergio Chiamparino […]

/ di Andrea Doi
Altaforte: ecco lo stand della discordia al Salone del Libro di Torino

Una sedia, sei mensole e un banco: eccolo, spoglio e senza libri, lo stand della discordia. Quello di cui parla tutta Italia. Sono ancora in allestimento i dieci metri quadri di spazio destinati alla casa editrice Altaforte, al Salone Internazionale del Libro di Torino. Eppure quel piccolo spazio ha creato un’enorme polemiche con strascichi giudiziari. A […]

/ di Andrea Doi
Casapound, comizio di Di Stefano a Torino nel giorno dell’inaugurazione del Salone del Libro

Proprio nel giorno dell’inaugurazione del Salone del libro, quest’anno caratterizzato dalle accese polemiche sulla presenza di una casa editrice, Altaforte, sovranista e vicina a Casapound, il movimento delle tartarughe frecciate ha organizzato un comizio del loro segretario nazionale. Giovedì 9 maggio, Simone Di Stefano candidato alle europee, sarà infatti al Golden Palace di Torino, in […]

/ di Andrea Doi