Sei qui
A marzo fusione Repubblica-Stampa: come cambia l’informazione torinese Dal mensile 

A marzo fusione Repubblica-Stampa: come cambia l’informazione torinese

di Mario Berardi  Il drastico ridimensionamento della presenza Fiat a Torino (cura Marchionne-Elkann) tocca anche un gioiello della famiglia Agnelli: il quotidiano “La Stampa”, fiore all’occhiello dell’Avvocato. Entro marzo avverrà la fusione con il Gruppo L’Espresso dell’ingegnere De Benedetti e John Elkann si limiterà a detenere circa il 5% delle azioni della nuova società editoriale, rinunciando al “primato” (ma a... Leggi tutto
Andreja Restek, il dovere di raccontare Dal mensile 

Andreja Restek, il dovere di raccontare

di Carla Piro Mander “Sono maggiorenne”, dice di sè. Comincia così l’intervista a Andreja Restek – reporter e fotografa – che insieme ad altre quattordici donne ha dato vita alla mostra “In prima linea”, 70 scatti dal fronte, scatti dalla guerra, quella vera. È maggiorenne, d’accordo, ma chi è questa donna – esilissima, bruna, occhi chiari e voce che graffia sempre... Leggi tutto
Ripartire imparando da Bobbio Dal mensile 

Ripartire imparando da Bobbio

di Gianni Cuperlo In  una delle sue ultime conversazioni Bobbio aveva incalzato la sinistra con toni quasi profetici. “Discutono del loro destino senza capire che dipende dalla loro natura. Risolvano il problema della loro natura, e avranno risolto il loro destino”. Credo che dopo un anno passato a stressare il Paese su un referendum caricato di significati impropri a noi oggi... Leggi tutto
Fare riforme vere per governare Dal mensile 

Fare riforme vere per governare

di Gianguido Passoni Questo capodanno ha archiviato un 2016 estremamente difficile per il campo della Sinistra. Passato il Referendum Costituzionale, divenuto impropriamente terreno di scontro su tutto, e solo in minima parte sul merito della riforma, si apre uno spiraglio di tregua per poter avviare una riflessione pacata sul cosiddetto terreno della sinistra. Terreno che anni di sconfitte, di leaderismi,... Leggi tutto
Il vecchio è morto, ma il nuovo stenta a nascere Dal mensile 

Il vecchio è morto, ma il nuovo stenta a nascere

di Marco Albeltaro A forza di dividere, scindere, fondare e rifondare siamo arrivati qui. Siamo approdati a un Paese in cui, a fronte di una destra polverizzata, il principale partito che dovrebbe fare riferimento a valori progressisti – il Partito Democratico – non riesce a governare perché si trova accerchiato da una forza prorompente che ha trasfigurato l’antipolitica, il populismo... Leggi tutto
Il racconto di Arianna Lagioia vince il premio letterario “Adalberto Minucci” Dal mensile 

Il racconto di Arianna Lagioia vince il premio letterario “Adalberto Minucci”

Si chiama Arianna Lagioia la vincitrice del concorso letterario “Adalberto Minucci”, dedicato al giornalista, dirigente politico e tra i fondatori di Nuovasocietà. Il suo racconto “Un passo indietro, un passo avanti” verrà pubblicato sul prossimo numero del mensile. Al secondo posto Veronica Petinardi con il suo “Più che una carezza”. Al terzo posto “Il tempo trafugato” di Jana Zanoskar. Leggi tutto
Avere il coraggio di abolire “l’appello” Dal mensile 

Avere il coraggio di abolire “l’appello”

Otto milioni i casi giudiziari in arretrato. Si cerca l’impunità attraverso la prescrizione. di Gian Carlo Caselli Sui problemi della giustizia italiana grava un macigno di proporzioni colossali, un arretrato pesantissimo: circa otto milioni di cause fra civile e penale. Ora, poiché si va da tempo registrando – nei grandi numeri – una sostanziale coincidenza tra processi sopravvenuti e processi... Leggi tutto
Bruno Caccia fu ucciso in un torbido scenario di tipo siciliano Dal mensile 

Bruno Caccia fu ucciso in un torbido scenario di tipo siciliano

Maddalena interviene sull’inquietante retroterra del delitto eccellente. Raccontiamo gli strani rapporti del mandante con magistrati della città di Alberto Gaino Una banale e imperdonabile svista della Procura della Repubblica di Milano ha azzerato il processo contro Rocco Schirripa, accusato di essere uno dei due killer che assassinarono il procuratore capo di Torino, Bruno Caccia. Ciò non significa che la storia... Leggi tutto
La gara dei populisti Dal mensile 

La gara dei populisti

di Diego Novelli La deplorevole gara a “Populismo senza frontiere”, in corso in Parlamento e fuori, è destinata ad incentivare giorno dopo giorno la nefasta antipolitica che sta avvelenando il Paese e il cui sbocco finale (se non ci sarà una seria sterzata) non potrà non avere negativi risultati, sul piano della tenuta del tessuto democratico e civile della nostra... Leggi tutto