Oltre il ponte

Solo storie che meritano un commento.

Articoli in evidenza

/ di Battista Gardoncini

Senza alternative

Alla senatrice Liliana Segre, ottantanovenne reduce dal lager e oggetto di insulti e minacce, viene data una scorta. La notizia fa il giro del mondo. Salvini si dice d’accordo, ma non resiste alla tentazione di paragonarsi alla signora e fa sapere che anche lui ne riceve quotidianamente. Intanto impazzano sul web i tanti che dissertano […]

/ di Battista Gardoncini

Almeno proviamoci

Italia Viva è l’unico partito al mondo che ha più eletti che elettori. Matteo Renzi sa benissimo che se si andasse a votare oggi non raccatterebbe neppure lo striminzito 6% attribuito al nuovo partito dai sondaggisti più compiacenti, e quindi il suo spazio di manovra è molto ridotto. Può strillare quanto vuole – e lo […]

/ di Battista Gardoncini

Riforma buona, ma monca

Sarò antidemocratico, populista, insensibile e pressappochista, ma questa storia della riduzione del numero dei parlamentari non mi turba. Anzi, a dire la verità, mi fa anche un po’ piacere. D’accordo, la nuova maggioranza di governo avrebbe potuto affrontare prima problemi ben più gravi, come il debito pubblico, la mancanza di lavoro, le pensioni e il […]

/ di Battista Gardoncini

I mai contenti della sinistra

Salvo improbabili sorprese parlamentari l’Italia ha un nuovo governo, sicuramente migliore del precedente, e non soltanto perché non c’è Salvini e la Lega è tornata all’opposizione, dove mi auguro resti abbastanza a lungo da perdere almeno una parte dei suoi consensi. Di alcuni personaggi avrei fatto volentieri a meno, ma nell’elenco dei ministri ci sono […]

/ di Battista Gardoncini

Una questione di pelle

La politica non c’entra, è proprio una questione di pelle. Matteo Salvini mi sta antipatico a prescindere. Non soltanto per quello che dice, frutto di una evidente grettezza di pensiero, ma anche e soprattutto per come lo dice. Mi disgustano le felpe e i panini che addenta voracemente a favore di telecamera. Non lo sopporto […]

/ di Battista Gardoncini

L’Italia occulta di Giuliano Turone

Consolatevi. Se i panini di Salvini vi danno il voltastomaco, se tra i discorsi di Di Maio e le battute di Lercio non riuscite a trovare differenze apprezzabili, e se non capite gli oscuri meccanismi che hanno trasformato l’ex portaborse di Confindustria Calenda in un campione del centro-sinistra, sappiate che in Italia ci sono stati […]

/ di Battista Gardoncini

Un treno come tanti altri

Sono e resto a favore della TAV. L’attuale sindaco di Torino ha detto che è il passato. Io penso invece che sia il futuro, perché è un tassello, costoso ma utile, di quel progetto di integrazione europea che resta nonostante tutto una delle poche idee di ampio respiro in un mondo minato dai particolarismi. Una […]