Blitz di CasaPound Torino nella notte a Claviere, a pochi metri dal confine Italia-Francia, dove venerdì scorso la gendarmeria francese avrebbe scaricato due migranti da un furgone, in territorio italiano, il tutto documentato dalle foto della Digos della Questura di Torino.

Le tartarughe frecciate hanno affisso uno striscione con la scritta “Gendarmerie & refugees not welcome”, tradotto: rifugiati e gendarmeria non siete i benvenuti.

Ecco come spiega l’azione Matteo Rossino, responsabile provinciale di CasaPound «Non possiamo tollerare un affronto del genere, non difendere i propri confini continuando a tenere una posizione ambigua nei confronti dell’immigrazione incontrollata porta altri paesi, come la Francia, a prendersi gioco dell’Italia».

«Non è la prima ingerenza – aggiunge Marco Racca, coordinatore regionale del movimento – solo pochi mesi fa alcuni agenti della gendarmerie avevano oltrepassato i confini e fatto irruzione in un centro di accoglienza, ennesima dimostrazione che per la Francia i confini esistono solo nei pressi di Ventimiglia, dove presidiano l’area con estrema attenzione. È ora di ricominciare a difendere i nostri confini, per questo diciamo che la Gendarmerie e i rifugiati non sono più i benvenuti».