Sei qui
Firme false Pd, chiesti 9 mesi di carcere per Rocco Florio

Firme false Pd, chiesti 9 mesi di carcere per Rocco Florio

di Giulia Zanotti

Il pubblico ministero Patrizia Caputo ha chiesto nove mesi di carcere per Rocco Florio, l’esponente del Partito Democratico. Florio è processato per presunte irregolarità elettorali in occasione delle elezioni regionali vinte da Sergio Chiamparino. Secondo l’accusa ci sarebbero state delle irregolarità nelle autentiche di due moduli per la raccolta delle firme.

L’esponente Dem è stato ascoltato in aula e ha respinto le accuse mosse contro di lui, sottolineando la sua militanza politica fatta nel rispetto degli avversari e delle regole. La parte civile per la Lega Nord, rappresentata dall’avvocato Mauro Anetrini, ha chiesto un indennizzo di 400 mila euro per il primo candidato escluso dalla elezione.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Print this pageEmail this to someoneShare on LinkedIn0

Related posts