L’11 giugno Gianni Vattimo, filosofo e parlamentare europeo, dovrà presentarsi per l’udienza preliminare. La Procura di Torino lo ha accusato di falso.
Secondo i pubblici ministeri Andrea Padalino e Antonio Rinaudo, Vattimo avrebbe presentato i suoi accompagnatori, Luca Abbà e Nicoletta Dosio, come consulenti. Per l’accusa si tratta di una circostanza non vera.
I fatti si riferirebbero alla visita a un No Tav detenuto nel carcere delle Vallette lo scorso 15 agosto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA