Sulla vicenda della maestra Lavinia Flavia Cassaro, che durante la manifestazione del 22 febbraio contro CasaPound ha insultato, augurando la morte, le forze dell’ordine, interviene il Ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli.

Ai danni della Cassaro è stato infatti aperto un procedimento disciplinare: «È inaccettabile ascoltare dalla voce di una docente parole di odio e di violenza contro le Forze dell’Ordine», dice il ministro Fedeli, che aggiunge: «Il Miur, appena avuta segnalazione di quanto avvenuto, è intervenuto attraverso l’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, che dopo aver svolto i necessari approfondimenti, mi ha informato che in data odierna è stato avviato un procedimento disciplinare». L’insegnante dell’istituto comprensivo Leonardo Da Vinci, in zona Falchera, rischierebbe il licenziamento, mentre già diversi genitori hanno chiesto che venisse allontanata dalla classe dei figli.

Quello che è certo è che la procura di Torino ha aperto un fascicolo nei suoi confronti. Il pm Antonio Rinaudo sta procedendo per istigazione a delinquere, oltraggio a pubblico ufficiale e minacce.

Intanto la docente diventa un caso politico anche a Palazzo Civico. Infatti in alcuni social è comparsa la sua fotografia, durante una manifestazione No Tav, in compagnia di Maura Paoli, consigliera del Movimento Cinque Stelle. Il senatore del Partito Democratico, Stefano Esposito ha così commentato lo scatto sul suo profilo facebook: «La maestra elementare Lavinia Cassaro quella che augura la morte ai poliziotti immortalata a una manifestazione notav con la consigliera M5s Maura Paoli nota sostenitrice dei centri sociali. Come ho sempre detto m5s e centri sociali a Torino sono quasi la stessa cosa».

Immediata la replica della grillina Paoli: «Ho un bellissimo ricordo di quella giornata! Insieme alla Compagnia Senza Soldi cercavamo di spiegare con un teatrino di burattini l’inutilità del Tav. Inviteremo Esposito al prossimo, magari imparerà qualcosa». Per il capogruppo in consiglio comunale e segretario torinese della Lega, Fabrizio Ricca, la maestra «non solo va sospesa e radiata dall’insegnamento, ma interdetta dai pubblici uffici. Così da essere un monito per tutti quei docenti che preferisco la propaganda politica e fomentano l’odio, anziché insegnare».

Anche Augusta Montaruli, candidata per il centrodestra alla Camera sottolinea: «Nella foto postata sui social la verità più sincera e rappresentativa sul rapporto che lega i centri sociali che feriscono in piazza le forze dell’ordine alla maggioranza grillina che sostiene Appendino sindaco di Torino».

Alcuni giorni fa Matteo Renzi si augurava che la docente venisse licenziata per il suo comportamento.