È stata siglata una convenzione tra Città della Salute di Torino e Associazione Dawa: i volontari di fede islamica tra i 18 e i 24 anni, daranno il loro supporto all’ospedale infantile Regina Margherita e ai pazienti anziani dell’ospedale Molinette.

«Il nome dell’Associazione deriva dalla parola araba Dawa, che significa medicina. Rappresenta ciò che vorremmo realizzare, ovvero utilizzare il sorriso come cura. Dawa non é altro che un invito alla medicina del sorriso» – spiega Fatima Zahra, responsabile dell’associazione.

«Troppo spesso i musulmani vengono descritti con pregiudizio e diffidenza – commenta Mario Caserta, dell’Urp della Città della Salute diretta da Silvio Falco – Con questo progetto, i ragazzi dell’Associazione Dawa sapranno regalare un’immagine di gioventù con i loro sorrisi gentili e la loro disponibilità verso tutti coloro che hanno bisogno di aiuto, qualsiasi sia la loro fede».

Scritto da Marco Chessa, consigliere comunale di Torino del Movimento Cinque Stelle