«Sindaca si appelli al Governo perché venga ritirato quel provvedimento. Non è una questione di colori politici ma di tutela di Torino, della sua industria e dei suoi posti di lavoro».

È questo il succo della mozione presentata in Consiglio comunale con cui le forze del centrosinistra si rivolgono a Chiara Appendino affinché intervenga sul Governo in difesa dell’automotive italiano.

La denuncia riguarda una nuova tassa, prevista dalla manovra finanziaria, fresca di approvazione dal governo gialloverde, che penalizzerebbe secondo le opposizioni la produzione di automobili in Italia a vantaggio di marchi e produzioni straniere.

Per il capogruppo del Partito Democratico Stefano Lo Russo si tratta di una misura che mette in discussione il piano industriale FCA che prevede per il 2019-2021 nuovi investimenti per 5 miliardi di euro.

Una misura che l’esponente dem definisce iniqua, penalizzante per l’industria italiana e pericolosa per la difesa dei posti di lavoro nel nostro Paese e conclude, rivolgendosi alla sindaca, auspicando che: «almeno stavolta, metta da parte gli interessi di partito e si faccia carico degli interessi dell’intera Città».