Sei qui
QXQ. Villaretto secondo Fabio Schirripa

QXQ. Villaretto secondo Fabio Schirripa

di Emanuele Rebuffini

Villaretto, estrema periferia Nord, la tangenziale e la Stura a fare da confini. Tra campi, vecchie cascine e fabbriche non sembrerebbe neppure di trovarsi a Torino. «Raccontare fotograficamente Villaretto non è stato facile, si tratta di una borgata rimasta ancora sostanzialmente rurale, una frazione molto estesa che si articola tra più Comuni, una parte che cade amministrativamente sotto Torino, un’altra invece che fa capo a Borgaro»: Fabio Schirripa (1980) è l’autore delle 16 fotografie esposte fino al 25 agosto alla biblioteca Don Lorenzo Milani, in via dei Pioppi 43.

Fino al 25 agosto la Biblioteca Milani ospita la mostra fotografica di  Fabio Schirripa dedicata al quartiere Villaretto
    Fino al 25 agosto la Biblioteca Milani ospita la mostra fotografica di Fabio Schirripa dedicata al quartiere Villaretto

Quinta tappa del progetto collettivo “QXQ” promosso dall’associazione DistretTO Fotografico, ovvero 34 mostre che raccontano fotograficamente i 34 quartieri di Torino documentandone i cambiamenti avvenuti, le trasformazioni in atto, i problemi ancora aperti. Dopo Falchera, Rebaudengo, Regio Parco e Barriera di Milano, ora tocca a Villaretto.

“QXQ” è un progetto collettivo dell’associazione DistretTO Fotografico dedicato ai 34 quartieri di Torino
    “QXQ” è un progetto collettivo dell’associazione DistretTO Fotografico dedicato ai 34 quartieri di Torino

Fabio Schirripa, vicepresidente dell’associazione DistretTO Fotografico, ha alternato foto in bianco e nero ad altre desaturate, per rimarcare il contrasto tra il vecchio nucleo abitativo rurale da un lato e dall’altro le fabbriche e i nuovi insediamenti residenziali: «Villaretto si è conservato esattamente com’era, con il suo patrimonio architettonico originale. Qui non ci sono stati interventi di recupero e solo negli ultimi anni sono stati realizzati nuovi alloggi. Mi sono soffermato sulle facciate delle cascine, sui portoni. Quindi la chiesetta di San Rocco con il suo campanile, la piazza intitolata a don Giuseppe Puglisi, la vecchia scuola elementare. Eppure Villaretto è una zona che vuole crescere, la gente chiede l’insediamento di nuove attività commerciali e di nuovi servizi, anche perché da quando è stata chiusa la vicina discarica agli abitanti delle vecchie cascine si stanno aggiungendo nuovi residenti che arrivano da Mappano e Borgaro, Falchera e Barriera di Milano.»

"Villaretto si è conservato esattamente com’era, con il suo patrimonio architettonico originale"
   “Villaretto si è conservato esattamente com’era, con il suo patrimonio architettonico originale”

Finalità del progetto “QXQ” è quella di cogliere particolari inediti e aspetti poco conosciuti, e, al tempo stesso, tracciare una mappatura della città alla luce delle trasformazioni avvenute. Come spiega Fabio Schirripa: «L’obiettivo è quello di documentare Torino come è oggi, descrivere l’evoluzione e la trasformazione che la sta cambiando, per rendere visibili anche a chi non è del posto tutti i lavori e gli sforzi compiuti (e tuttora in atto). I quartieri cambiano, Torino cambia, e attraverso la fotografia cerchiamo di raccontare ogni angolo della città, promuovendo così il territorio cittadino. Grazie alle nostre fotografie, ogni quartiere viene a godere di un servizio dedicato, mirato ad evidenziare e promuovere l’unicità che lo caratterizza, a mostrare cosa è cambiato o non è cambiato, a raccontare gli scorci un po’ nascosti. Valorizzare tutti i quartieri di Torino, rappresentandoli con uno sguardo nuovo, diverso da quanto visto fino ad ora, facendo scoprire anche quei luoghi che nelle cartine e guide turistiche più tradizionali non sono certo indicati. Ho avuto l’onore di aprire “QXQ” con la mostra dedicata alla Falchera, e ora con quella su Villaretto chiudiamo il ciclo dedicato alla Circoscrizione 6. E possiamo dire che questo progetto ci sta dando grandi soddisfazioni.»

"Attraverso la fotografia cerchiamo di raccontare ogni angolo della città, promuovendo così il territorio cittadino"
    “Attraverso la fotografia cerchiamo di raccontare ogni angolo della città, promuovendo così il territorio cittadino”

«La nostra associazione raggruppa fotografi professionisti o semplici appassionati – racconta Marco Carulli, Presidente dell’associazione DistretTO Fotografico – e abbiamo pensato  un progetto che permettesse di fotografare tutti i quartieri di Torino, raccontandone i segreti e i particolari che spesso sfuggono ai residenti stessi. Abbiamo scelto di partire dalla Circoscrizione 6 per poi avvicinarci al centro. È facile valorizzare Torino partendo dalle zone più conosciute e centrali, la sfida era quella di valorizzarla partendo dalle periferie».

Con quella su Villaretto si chiude la serie di mostre dedicate da "QXQ" ai quartieri della Circoscrizione 6
       Con quella su Villaretto si chiude la serie di mostre dedicate da “QXQ” ai quartieri della Circoscrizione 6

Questi i trenta fotografi che hanno partecipato al progetto “QXQ”:

Alessandro Bostica, Alessandro Starace, Alice Godone, Andrea Rivetti, Barbara Boccardo, Chiara Arlotta, Domenico Gervasi, Elisa Appendino, Enrico Romano, Fabio Schirripa, Fabio Bianco, Debora Ughetti, Federico Anzellotti, Francesco Gigante, Vilma Tarable, Francesco Saponara, Marco Carulli, Maurizio Villasco, Nicola Cianci, Paola Ragazzi, Paolo Dipasquale, Rachele Barile, Raffaella Albery, Roberta Donda, Rosa Gattuso, Sara Sansoè, Stefano Cuccu, Stefano Capano, Stella Coppolino, Tonello Abozzi.

http://www.distrettofotografico.com

http://www.phfabioschirripa.com

"È facile valorizzare Torino partendo dalle zone più conosciute e centrali, la sfida era quella di valorizzarla partendo dalle periferie"
     “È facile valorizzare Torino partendo dalle zone più conosciute e centrali, la sfida era quella di valorizzarla partendo dalle periferie”
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Print this pageEmail this to someoneShare on LinkedIn0

Related posts