Sei qui
L’Arpa smentisce l’assessorato all’Ambiente, l’alga Myriophyllum è tornata nel Po

L’Arpa smentisce l’assessorato all’Ambiente, l’alga Myriophyllum è tornata nel Po

di Giulia Zanotti

Un anno dopo l’alga tropicale Myriophyllum acquaticum rispunta nel Po. A dare l’allarme l’Arpa che in un controllo del 10 luglio ha rilevato la presenza della pianta nella zona compresa tra il ponte Umberto I e l’ex imbarco Gtt dei Murazzi.
«Una porzione limitata del fiume» precisano dall’Arpa, ma questa specie, come si era già notato nell’emergenza dello scorso agosto, tende a proliferare velocemente e quindi non si esclude che in poco tempo possa comparire in altre zone del Po. Per questo il problema è già stato segnalato a Regione e Comune che dovranno decidere come intervenire. Anche se l’unica soluzione è estirpare l’intera pianta dalle radici.
Si attende dunque di sapere quali decisioni prenderà Palazzo di Città allarmato dall’Arpa dopo che nei giorni scorsi l’assessore all’Ambiente Alberto Unia aveva escluso il ritorno dell’alga, come affermato in un’intervista al nostro giornale in cui precisava che si trattava solo di «normali alghe estive, Stiamo monitorando il fiume quotidianamente e non c’è alcun motivo per preoccuparci».
Come detto il problema del Myriophyllum era stata una delle prime emergenze della giunta Appendino lo scorso agosto quando l’assessora Maria Lapietra, responsabile delle vie fluviali, organizzato una “spedizione” per strappare a mano l’alga che infestava il Po.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Print this pageEmail this to someoneShare on LinkedIn0

Related posts