Sei qui
Salone off, storia di un piccolo grande amore

Salone off, storia di un piccolo grande amore

di Michele Paolino

In principio fu il “VI Padiglione”, ovvero una serie di eventi “in esterno” che si andava ad aggiungere ai cinque spazi espositivi del Lingotto Fiere che ospitavano la Fiera Internazionale del Libro. Con il crescere di questa iniziativa, partita dalla Circoscrizione 3, ed estesa agli altri quartieri della Città e poi ad altre città della Provincia prima e della Regione poi, e con il passaggio anche terminologico dalla Fiera al Salone siamo giunti a quello che è oggi una delle peculiarità e dei fiori all’occhiello della nostra kermesse dedicata alla lettura: il Salone Off.

Tutto ha inizio nel 2004, quando l’allora assessore alla Cultura della Città di Torino Fiorenzo Alfieri e il Segretario Generale della Fondazione per il Libro, La Cultura e la Musica Rolando Picchioni mi pongono la questione, in qualità di Presidente della Circoscrizione 3, di come “uscire” dal Lingotto nei giorni della Fiera, di come estendere alla città quel clima di fermento culturale che restava in qualche modo recluso sotto le volte dell’ex fabbrica di via Nizza. Pensammo così di portare il libro, e gli scrittori, a chi al Lingotto non poteva andarci, o che, essendoci stato, desiderava per avere altre occasioni di incontro a sfondo letterario in un ambito più territoriale, più raccolto, meno dispersivo. Sapevamo che, soprattutto in periferia, non potevamo replicare quanto stava avvenendo per esempio a Mantova, e nel suo straordinario centro storico, con il Festival Letteratura e provammo a mettere in piedi qualcosa di originale dando vita ad iniziative in qualche modo collegate alla lettura andando negli ospedali, nei negozi, nelle strade, nelle scuole.

Questo modello si è negli anni radicato ed esteso in città e l’edizione di quest’anno ha un cartellone davvero significativo con 500 eventi in 250 luoghi diversi, con appuntamenti davvero imperdibili. E con la non trascurabile dote di essere tutti gratuiti.

In una trentesima edizione del Salone Internazionale del Libro che ha come filo conduttore l’andare “oltre il confine”, il programma del Salone Off che riesce ad uscire dai soliti luoghi e a giungere in ogni angolo della Città è il segno di come si possa lavorare ad eventi culturali dedicati davvero a tutti e, come direbbe Renzo Piano, provare a “fertilizzare le periferie”. Questo a Torino succede per l’appunto dal 2004.

Ecco il programma dettagliato degli eventi nelle otto circoscrizioni:

Circoscrizione 1

Circoscrizione 2

Circoscrizione 3

Circoscrizione 4

Circoscrizione 5

Circoscrizione 6  – Circoscrizione 6 (seconda parte eventi)

Circoscrizione 7

Circoscrizione 8

 

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Print this pageEmail this to someoneShare on LinkedIn0

Related posts