I pubblici ministeri stanno spuntando la lista degli intellettuali No Tav. Ieri l’annuncio che il filosofo Gianni Vattimo sarà a processo l’11 giugno per falso, oggi viene reso noto l’udienza preliminare per lo scrittore Erri De Luca per istigazione a delinquere fissata il 5 giugno.
De Luca aveva più volte espresso il diritto a opporsi alla linea ad alta velocità anche attraverso il sabotaggio: «La Tav va sabotata. Ecco perché le cesoie servivano: sono utili a tagliare le reti. Hanno fallito i tavoli del governo, hanno fallito le mediazioni: il sabotaggio è l’unica alternativa», aveva scritto De Luca. E per questo motivo Ltf lo aveva denunciato, facendo così aprire alla Procura di Torino un fascicolo nei confronti dello scrittore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA