La polizia municipale si rifà il look. Non si sa se la notizia sarà gradita ai sindacati di categoria che si lamentano della mancanza di dialogo con l’amministrazione, ma arriveranno nuove divise per gli agenti che nei prossimi mesi potranno essere chiamati nei camerini per più di un cambio di abito.

Infatti, Regione Piemonte e Comune di Torino stanno lavorando insieme per elaborare delle nuove divise: una commissione di esperti è impegnata a fissare le linee guida e indicare le caratteristiche tecniche che dovranno avere i capi, secondo principi che uniscano praticità, sicurezza ed estetica, per poi affidare il tutto ai sarti.

Nel frattempo però sono stati stanziati 200 mila euro dal Comune per comprare uniformi tradizionali da assegnare al personale che opera sulle strade cittadine.

«Seguo costantemente e, da molto vicino, il lavoro della nostra Polizia municipale insieme all’assessore Roberto Finardi e al comandante Emiliano Bezzon, apprezzando la qualità dell’impegno profuso dagli agenti su fronti sempre più articolati e complessi. In un quadro coordinato a livello regionale, risulta dunque anche importante rivedere le caratteristiche del vestiario, per ammodernarlo e renderlo più funzionale e confortevole di oggi» ha dichiarato la sindaca Chiara Appendino.