Il Ministero di Beni Culturali e Turismo ha nominato William Graziosi sovrintendente del Teatro Regio di Torino.

Graziosi era stato indicato per l’incarico dalla sindaca Chiara Appendino e il Consiglio d’indirizzo dell’ente teatrale, la scorsa settimana, il 24 aprile. Una votazione a cui non avevano preso parte il rappresentante della Regione Piemonte, Filippo Fonsatti, non ha preso parte alla votazione e due consiglieri, Angelica Corporandi d’Auvare Musy e Vittorio Sabadin, hanno annunciato le dimissioni, in disaccordo con la scelta del candidato.

William Graziosi dunque prende il posto di Walter Vergnano che, dopo 19 anni, ha dato le dimissioni. La nomina di Graziosi, fortemente voluta da Chiara Appendino, non arriva scevra di polemiche, visto che il neo sovrintendente non viene considerato dagli addetti ai lavori all’altezza di guidare il Regio, uno dei teatri più importanti d’Italia, visto anche come è andato il suo precedente incarico: dimissioni dalla Fondazione Pergolesi Spontini di Jesi, una decina di dipendenti, dopo essere finito nell’occhio del ciclone per un buco di oltre 600 mila euro.