Matteo Renzi doveva parlare oggi in aula sulla vicenda della Lega e dei Rubli russi. Invece non lo farà. È alla base della sua scelta c’è il comportamento della corrente zingarettiana del Partito Demoxratico il quale nelle varie riunioni precedenti ha fatto le cosiddette punta alle matite sul fatto che forse Renzi a comunicare sulla vicenda. A ufficializzare che non sarà lui è lo stesso ex premier il quale ha deciso da solo di fare signorile passo indietro.

“Oggi il Governo è in aula per parlare di Russia, rubli, 49 milioni di €. – scrive Renzi in un post – Avevo chiesto di poter intervenire contro Salvini a nome del Pd. La cosa ha suscitato polemiche interne dentro il partito da parte dei senatori vicini alla segreteria. E siccome ritengo assurdo che nel giorno in cui Salvini deve parlare dei suoi guai, una parte del PD attacchi me ho deciso di rinunciare all’intervento, ringraziando comunque il Presidente Marcucci per la disponibilità. Penso che ci sia chi continua ad attaccare il Matteo sbagliato. Ma penso anche che non valga la pena dividersi su questo: sarò in aula ad applaudire il collega che parlerà a nome del Pd. E poi alle 19 farò una diretta Facebook dicendo ciò che penso della vicenda Salvini e non solo”.