“Tutti in Circolo”, così l’hanno voluta chiamare i Circoli del Coordinamento cittadino del PD, formato dai dieci segretari, l’iniziativa, anzi, le iniziative che il 19 gennaio prossimo saranno in giro per la Città.

Un elenco molto denso di appuntamenti, con tanti ospiti e un programma aperto a chiunque vorrà e potrà parteciparvi.

Nonostante il Congresso regionale alle porte e le Convenzioni per il Congresso Nazionale in atto, la vitalità dei Circoli è un ottimo segnale.

Una vitalità politica e non solo meramente organizzativa.

Spesso le strutture territoriali di base, sembrano essere parte terminale di un processo organizzativo messo in atto dagli organi di livello superiore del Partito, ma più volte si è ribadita l’esigenza di coinvolgere i Circoli, invece, nell’elaborazione politica, di proposte che discusse dalla base debbano poi trovare sfogo in una sintesi che spetta si, a quel punto, ai livelli superiori.

Per questo motivo, comunicano, – Oltre a essere impegnati nelle riunioni per il congresso nazionale, i dieci circoli della città hanno messo in campo un’iniziativa che riprende il tema del futuro di Torino.

L’iniziativa, si legge nel loro comunicato, sarà in «Un’unica data, un unico orario, per abbracciare idealmente, da nord a sud da est a ovest, una città che ha smarrito la strada intrapresa con  inequivocabile capacità, negli ultimi decenni».

«Dieci titoli – proseguono –  uno per ogni territorio, declinato secondo le peculiarità e le necessità degli stessi, per ricucire una comunità che ha voglia di ripartire di slancio».

Sabato 19 a partire dalle ore 10,00 “Tutti in circolo”, porte aperte nei circoli torinesi del Partito Democratico, per parlare, ascoltare e programmare assieme ai cittadini il futuro della nostra città.