Magari qualcuno del suo entourage dovrà farsene una ragione: Appendino resta sindaca di Torino fino alla fine del suo mandato e quindi non parteciperà alle votazioni per il candidato premier per i Cinque Stelle.

A dirlo è Beppe Grillo, in un post scriptum ad un suo post sul blog: «Ci tengo a ribadire che nel M5S vige una regola chiara e semplice: ogni portavoce eletto porta a termine il suo mandato e durante il suo svolgimento non può candidarsi a svolgere altre cariche».

«Le votazioni per il candidato premier e per i candidati in Parlamento escluderanno, come da regolamento, tutti i portavoce M5S che stanno svolgendo un altro mandato. Chi ha iniziato a fare il sindaco nel 2016 continuerà a farlo fino al 2021», aggiunge Grillo, che mette così fine alle voci che volevano Appendino alla guida dei grillini al posto di Luigi Di Maio.