Mette a tacere le voci che lo vogliono come candidato a governatore del Piemonte Paolo Zangrillo. Il coordinatore piemontese di Forza Italia, uomo vicino a Silvio Berlusconi nonché fratello del suo fidato medico, annuncia che la «definizione ufficiale del candidato del centrodestra alla presidenza del Piemonte, d’accordo con gli alleati, nei primi giorni di febbraio».

Al momento dunque solo tante ipotesi, anche se qualche certezza in più potrebbe arrivare già questo weekend: infatti Zangrillo sarà a Cagliari per un’iniziativa di Forza Italia e qui si incontrerà con Silvio Berlusconi per mettere a punto le strategie.

A preoccupare il centrodestra è infatti la posizione giudiziaria di quello che fino a pochi giorni fa sembrava il prescelto, l’europarlamentare Alberto Cirio a rischio di un rinvio a giudizio per Rimbrosopoli.«Alberto ed io – commenta Zangrillo – confidiamo in una soluzione positiva della vicenda anche alla luce delle nuove norme. Siamo molto fiduciosi che, a prescindere dall’interpretazione giuridica che ne viene data, la questione si risolva per il meglio».