Ancora sgomberi a Torino. Dalle prime luci del mattino infatti gli uomini della polizia sono entrati nello stabile di corso Traiano 128, in zona Mirafiori, occupato un anno fa da famiglie che nella città capitale italiana degli sfratti erano rimaste senza un tetto sotto cui dormire.
Dunque, le istituzioni torinesi continuano a mantenere la linea dura contro un’emergenza abitativa che, come da mesi i collettivi per la casa stanno denunciando, sta assumendo dimensioni sempre più vaste.
Proprio la scorsa settimana, infatti, un presidio con donne, uomini e bambini piccoli sfrattati si era dato appuntamento sotto la prefettura per chiedere un incontro. Ma il prefetto Paola Basilone non li aveva voluti ricevere preferendo schierare contro di loro un imponente cordone di polizia temendo disordini.
E anche da Palazzo di Città ad oggi le risposte sono poche e insufficienti con anche divisioni interne tra il vicesindaco Elide Tisi che più volte ha ricevuto gli sfrattati e il resto della giunta che non ha ancora affrontato una discussione seria su questa emergenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA