Replica alla sindaca il segretario torinese e capogruppo in Sala Rossa della Lega Fabrizio Ricca. Chiara Appendino aveva infatti commentato la scelta di partecipare alla manifestazione Si Tav in programma per domani in piazza Castello affermando che così facendo non si rispettava il contratto di governo con cui Lega e M5s si sono impegnati a rivedere la fattibilità dell’opera.

Ma per Ricca gli stessi 5 Stelle non avrebbero rispettato il contratto aderendo alla manifestazione No Tav dello scorso 8 dicembre: «Non mi sembra che mandare il vicesindaco a una manifestazione di No Tav sia rispettare il contratto di governo» spiega Ricca alludendo alla presenza con tanto di fascia tricolore del vice di Appendino Guido Montanari. «Appendino – prosegue – pensi ai problemi della sua giunta e ai suoi assessori incompetenti e che anche lei vuole rimuovere. Al contratto di governo ci pensano Salvini e Di Maio che sono più titolati».

foto di Rawsht Twana© per Nuova Società